Le piante del benessere

LEPIDIUM PERUVIANUM

E’ anche conosciuta come il Gingseng Peruviano, è ricca di vitamine, fosforo e ferro. Inoltre stimola naturalmente la produzione di testosterone e favorisce la circolazione pelvica aumentando così il desiderio maschile.

ALLIUM URSINUM

Le parti edibili di questa pianta sono principalmente le foglie, ma anche i fiori possono essere gustati. Può essere usata per insaporire zuppe, insalate o creme di formaggio.

RUNGIA KLOSSII

L’Erba Fungo E’ particolarmente usata per insaporire Sandwich, insalate oppure zuppe; sprigionerà un deliziso aroma di fungo appena raccolto.

MONNIERI BACOPA

In Europa la Brahmi è ancora poco conosciuta. L’erba è comunemente utilizzata nella medicina Ayurvedica per la sua capacità di migliorare le capacità cognitive ed, inoltre migliora la memoria a lungo termine. Le foglie fresche si consumano con lo yogurt, oppure nel thè con l’aggiunta di un pò di miele.

ARONIA MELANOCARPA

L’Aronia è ricca di potentissimi antociani antiossidanti (valori tra i più alti presenti in natura). Ricca di vitamine e minerali. Previene: l’invecchiamento, le infiammazioni, il diabete e le infezioni batteriche.

VIRIDIS SANTOLINA

Questa pianta da quel inconfondibile gusto d’oliva a tutti i piatti che andrete a condire come carne, insalate, formaggie piatti a base di pesce.

TULBAGHIA VIOLACEA

Il gusto dell’aglio senza cattivi odori !! Il suo sapore è molto simile a quello dell‘ aglio, con un retrogusto più dolce ed irresistibilmente delizioso. Si usa per insaporire tutti quei piatti in cui useresti l’aglio. Macerandolo con l’olio ti stupirà.

SPILANTHES OLERACES

La pianta “Frizzante” in bocca. Di questa curiosa pianta si utilizzano sia le foglie che i fiori per decorare insalate o cocktail. Masticandola si sentirà un gusto prima dolce poi salato e con la senzazione di piccole scosse elettriche sulla lingua.

SATUREJA DOUGLASII

Gli indigeni Americani la usavano per curare l’insonnia, febbre, raffreddore, dolori reumatici e contro il mal di denti. Cresce vigorosa e coltivata in vaso, produce lunghi steli. E’ adatta alla coltivazione nei vasi sospesi.

BANANA RUSTICA

Il suo nome deriva dal arabo, nel medioevo i mercanti arabi la chiamavano “dita” in arabo “banan”. Nel Italia del nord la banana può esser coltivata nel giardino, durante l’estate produrrà il tipico fogliame, e in inverno sparirà per poi ricomparire la primavera prossima.

MINI CETRIOLO MESSICANO

In realtà, i mini cetrioli messicani sembrano cocomeri molto piccoli. I frutti sono grandi 2/3 cm maturano tutta l’estate ed il loro gusto è come quello del cetriolo ma più croccante, sono adatti nelle insalate o come spuntino sul pane.

GINEPRO

Per tutti gli appassionati di barbecue questa pianta non potrà mancare, nel proprio assortimento di piante aromatiche. Si utilizzano le bacche ma sopratutto mettendo alcuni rametti sulla brace o in marinatura, darà quel inconfondibile aroma.

PEPERONCINO AL LIMONE

Il peperonciono piccante al aroma di limone. La sua piccante raggiunge i 30.000 Scoville. E’ una pianta ad alto rendimento può produrre 80 peperoncini potrai usarli freschi, ma soprattutto essicati e polverizzati, daranno quel inconfodibile colore giallo molto decorativo sui piatti.

PEPERONCINO MESSICANO

Questo peperoncino da un sacco d’energia. E il suo grado di pincattezza farà al caso tuo, potrai usarlo nelle insalate, con la carne e tagliato a pezzettini con la pasta a crudo. Ma anche con la cioccolata calda, provalo….

ROSA COMMESTIBILE

I fiori della Rosella non sono trattati e possono essere mangiati ! Provalo sull’insalata, o come contorno di un dessert. Non solo darà un bell’ aspetto, ma anche un sapore meraviglioso. Vengono utilizzati i singoli petali o l’intero bocciolo

WASABIA JAPONICA

Cosa sarebbe il sushi senza wasabi? Ma la maggior parte del wasabi che conosciamo nei supermercati non ha nulla a che fare con il gusto del wasabi appena rasato. Di norma, viene utilizzata la radice wasabi. Ma le foglie e soprattutto i pezioli del Wasabi hanno un aroma gradevole e sono deliziosi nell’insalata. In linea di principio, Wasabi preferisce una posizione fresca e ombreggiata, non gli piace la luce diretta del sole.

Peperoncino a spirale

Lo Spiral Chili è una tradizionale varietà peperoncino ungherese-austriaca. I peperoncini a spirale, lunghi fino a 20 cm, maturano dal verde al giallo e all’arancio fino al rosso intenso, si usano come decorazine nella preparazione dei piatti Suggerimento: i peperoncini a spirale sono già molto gustosi nello stato giallo-verde. La piccantezza è media.

DRAGONCELLO FRANCESE

Il dragoncello francese ha uno spiccato sapore di anice. Viene utilizzato per aromatizzare aceto e senape, per condire cetrioli in conserva, volatili, riso o pesce bollito e nella preparazione di salse e marinate. Il termine dragoncello deriva dal latino “draco” che significa drago o serpente. In passato si credeva infatti che le sue foglie guarissero dal morso di serpenti velenosi.

ELETTARIA CARDAMOMUM

Le foglie di questa pianta, tritate, sprigionano il tipico sapore della cannella. Con esse si possono condire insalate, frittate o zuppe. Inoltre, mettendo alcune foglie in infusione con il the, si sentirà sprigionare una fragranza eccezionale.

OCIMUM KILIMAN. X BASILICUM

Il Basilico “blu” cresce vigoroso anche nei vasi messi a dimora in balcone assolati essendo una varietà tra le più rubuste. In cucina si utilizza come il basilico classico.

MENTHA X PIPERITA SUAVEOLENS

Il Pompelmo-menta ha un basso contenuto di mentolo, ma le sue foglie e i suoi germogli diffondono un aroma fresco e fruttato-acido che ricorda un polpelmo appena spremuto. In estate è ottimo per preparare drink rinfrescanti alcolici o analcolici..

SPECIE MENTHA FRAGOLA

Sfiorando le foglie di questa incredibile pianta si sentirà un delicato prorumo di crema, strofinandola di più emanerà tutto l’aroma della fragola. Con le sue foglie si possono decorare dolci, torte oppure in infusione per ottenere una bevanda davvero dissetante.

TAGETES FILIFOLIA

Questa pianta con il suo gusto di liquirizia intenso è una vera rarità. Il bel fogliame assomiglia a quello dell’aneto. E’ adatta a condire cibi sia dolci che salati e usa anche per tisane, aceto aromatizzato alla liquirizia, (messa a marinare nel vino bianco). Il suo gusto è un “must” per tutti gli amanti della della liquirizia.

CYCLANTHERA PEDATA

Il cetriolo Inca. Contiene alti valori di flavonoidi immunostimolanti ed antiossidanti. Il frutto può essere mangiato crudo e/o cotto. Pressando il frutto si ottiene un delizioso succo ricco delle proprietà terapeutiche caratterizzanti di questa pianta.

ARTEMISIA ABROTANUM

Si utizzano le foglie fresche per insaporire insalate salse e carni. Aggiungendo qualche foglia in infusione col thè si sentirà sprigionare l’aroma tipico della coca-cola. Un decotto di foglie essiccate è un ottimo rimedio per combattere i reumatismi e la gotta.I

PUBESCENS CAPSICUM

L’Albero del Peperoncino: questa varietà può vivere anche 15 anni e raggiungere i due metri d’altezza, inoltre sopporta temperature più rigide rispetto alle altre tipologie.

JIAOGULAN

Questa pianta viene definita “pianta dell’immortalità” per le sue riconosciute proprietà antiossidanti e antiage. Nella provincia Cinese di Guizhou l’età della popolazione è ben al di sopra della media nazionale grazie al consumo regolare di Jiaogulan. Si consiglia l’assunzione di due foglie al giorno fresche oppure essiccate.

LIPPIA POLYSTACHA

Il suo forte aroma ricorda la gomma da masticare con retrogusto di pompelmo. Ottimo per il the. Si può consumare appena raccolta, oppure facendola essiccare in un luogo asciutto.

Physalis Peruviana

I frutti saporiti sono ricchi di vitamina C e provitamina A, contengono moltissimo ferro, fosforo e proteine.

ALOE VERA BARBADENSIS MILLER

Ormai sappiamo tutti le proprietà curative di questa incredibile pianta. Si usa sia come antibatterica e contro le ferite e/o ustioni, che ingerita per purificare l’organismo.

CYMBOPOGON

Si utilizzano le foglie per insaporire il thè. E per aromatizzare le carni ed il pesce.

CYNARA SCOLYMUS

Il carciofo Scolymus resiste ai nostri climi, le sue proprietà sono molteplici: aiuta la digestione, combatte la stomatite e regolarizza e disintossica il fegato e la bile.

ERUCOIDES DIPLOTAXIS

La Rucola Wasabi è molto utilizzata in Asia per dare una nota “acuta” di sapore nelle insalate per stimolare la digestine dei cibi grassi come la carne alla griglia.

GALIUM ODORATUM

Si utilizzano le foglie per insaporire il thè. Nella medicina popolare è adoperata per curare il mal di testa ed emicranie, inonnia nervosa. E’ ricca di vitamina C e tannini.

HELICHRYSUM ANGUSTIFOLIA

Con il suo dolce sapore di Curry si usa in cucina per le zuppe, verdure o per insaporire le carni. I rami, una volta cotti, vanno rimossi. Come erba medicinale si usa per curare la tosse o problemi di pelle

LIPPIA DULCIS

Si utizzano sia le foglie che i fiori, e aromatizzano il thè, ed insaporire le torte. Inoltre e un ottimo dolcificante naturale. Ha proprità calmanti e combatte il raffreddore.

MELISSA OFFICINALIS

Il suo delicato gusto di limone la rende una delle piante officinali più versatili, può essere usata sia per insaporire piatti di carne e/o pesce, sia come pianta officinale per curare disturbi allo stomaco oppure come calmante nervoso.

Menta Suaveolens

La menta che sa di ananas è adatta ad aromatizzare insalate, zuppe, cocktail, dolci e, inoltre, a profumare il thè.

MENTHA ARVENSIS

La menta alla banana deve il suo nome alla fragranza delle sue foglie. Si utizza per cocktail, torte oppure, immergendo un rametto nel latte, lo renderà al sapore di banana.

Pelargonium odoratissimum

Il geraneo mela Le foglie sono commestibili e vengono usate per condire insalate, impreziosire le macedonie, marmellate, thè, cocktail e bibite dissetanti.

PHYSALIS PRUINOSA

I frutti del Physalis sono dolcissimi ed al gusto di ananas; questa varietà matura tra giugno e dicembre.

RHEUM RHABARBARUM

l Rabarbaro si può usare in molti modi: nei dolci, nelle gelatine di frutta e nelle torte. Si raccoglie dal terzo anno a metà giugno

Rutilans Salvia

La salvia che sa di Ananas è adatta ai dolci e macedonie. I fiori rossi sono commestibili. Un thè a base di salvia ananas, abbinato alla melissa, è un ottimo dissetante e diuretico.

GRAVEOLENS ANETHUM

Le foglioline si usano in infusione contro i crampi allo stomaco ed aiutano la digestione. In cucina si possono utilizzare con la carne, pesce o le salse, inoltre possono donare un tocco dolce alle insalate.

ALLIUM SATIVUM

L’aglio contiene vitamina A, B e C, stimola la digestione abbassa la pressione sanguinea, riduce il colesterolo e le infiammazioni. Grazie al suo olio essenziale “allicina”.

AGASTACHE MEXICANA

Si utilizzano sia le foglie che i fiori, le foglie sono l’ideale per fare una limonata fresca, ma anche nel thè rilascia un gradevole aroma

Comments are closed.